Spirulina contro i problemi di ipercolesterolemia

Il colesterolo è un nemico silente che provoca tantissimi danni a cuore e arterie. La spirulina è un validissimo supporto nutrizionale in grado di ripristinare il corretto quantitativo di colesterolo, affinché questa importante molecola svolga le proprie funzioni senza interferire con la salute dell’organismo.

Cause e conseguenze dell’ipercolesterolemia

Il colesterolo è una molecola importante, sebbene sia totalmente demonizzata. Questa in realtà è importante ed essenziale all’organismo umano perché costituisce parte della membrana cellulare ed è precursore della biosintesi della bile a livello epatico, della vitamina D e degli ormoni steroidei.  Esistono diversi alimenti che contengono questa molecola che distinguiamo in LDL e HDL a seconda della densità. Il pesce azzurro, l’olio d’oliva e la frutta secca sono alimenti fortemente consigliati per il contenuto di colesterolo, cosiddetto “salutare”.

Questa molecola infatti previene lo sviluppo delle malattie coronariche e svolge un’azione di protezione nei confronti dell’arteriosclerosi e cioè l’ispessimento delle pareti dei vasi sanguigni.

D’altro canto, alimenti come uova, carne rossa, e latticini, se consumati in eccesso provocano una situazione di ipercolesterolemia, cioè di colesterolo alto: una situazione non rintracciabile attraverso sintomi ben precisi.

Solo un esame del sangue può rivelare la presenza eccessiva di questa molecola. E’ importante quindi tenere a bada il livello di questa lipoproteina, che svolge comunque un ruolo importante nel metabolismo cellulare ma che in dosi eccessive può portare a serie complicazioni.

Se il consumo di colesterolo, infatti, supera di molto la richiesta dell’organismo, si va incontro ad una situazione di ipercolesterolemia: questa molecola si accumula nell’organismo e diviene responsabile di alcune malattie cardio-vascolari come ictus cerebrale e trombosi. Le arterie si intasano di colesterolo, il corpo non riesce a smaltire questo lipide e il tutto può concorrere anche all’insorgenza di malattie del miocardio, come l’infarto.

Benefici dell’alga spirulina nella pulizia delle vene e delle arterie

Tuttavia, esistono soggetti particolarmente predisposti, affetti quindi da una forma di disilipidemia acquisita che hanno una marcata presenza di colesterolo nel sangue nonostante non conducano uno stile di vita malsano. Sebbene si presti particolare attenzione all’alimentazione e allo stile di vita,  molte volte si ha bisogno di un supporto maggiore e un aiuto esterno.

La natura ci offre un vegetale, considerato un super alimento in questo contesto: la spirulina. Si tratta di un’alga particolarmente efficiente; la sua ricchezza di sali minerali, oligoelementi e acidi grassi essenziali aiutano a ridurre considerevolmente il livello di grassi saturi nel sangue e di conseguenza anche del colesterolo cattivo, innalzando i livelli di HDL.

La vitamina E in particolar modo, insieme agli acidi grassi quali l’omega 3 e 6 favoriscono il metabolismo dei lipidi e una fluidificazione ematica maggiore con ridotto rischio di ictus e trombosi. La spirulina è un’importante fonte anche di tiamina e niacina, quest’ultima è meglio conosciuta come vitamina B3, nota per la sua capacità di abbassare i livelli di colesterolo nel sangue.

L’ossidazione della molecola LDL  gioca un ruolo subdolo all’interno delle arterie umane, formando delle vere e proprie placche.La spirulina grazie ai suoi pigmenti naturali come la clorofilla e la ficocianina contrasta questo aspetto negativo donando al corpo un’infinita serie di sostanze pigmentate antiossidanti, le migliori al mondo. In più, quest’alga, grazie al suo alto valore biologico e alla presenza di amminoacidi essenziali e non essenziali, aiuta a ridurre il glucosio nel sangue svolgendo quindi anche un ruolo di regolatore della concentrazione di zucchero a livello ematico.

Questa azione costituisce un surplus e contribuisce a mantenere costante il peso nel tempo, evitando l’effetto yoyo. Nei soggetti che presentano obesità, non è difficile riscontrare anche un alto valore di colesterolo cattivo nel sangue e uno squilibrio nella concentrazione ematica di glucosio. Questi soggetti, presentano anche una forte tendenza a mangiare in maniera squilibrata a causa di un appetito incontrollato.

La spirulina, contribuisce a regolare lo stimolo della fame, a tenere a bada i livelli di LDL nel sangue, apportando una maggiore quantità di sostanze antiossidanti e acidi grassi che purificano sangue e linfa.

Lascia un commento